Bouquet
Fiori - Il Bouquet

L’abito da sposa ed il bouquet condensano, ancora oggi, significati simbolici rimasti costanti nei secoli.

Ogni sposa ha il suo bouquet, è fondamentale che si armonizzi con lo stile dell’abito e che rifletta la personalità della donna.
Non deve essere un semplice accessorio, ma un completamento all’immagine globale.
Se l’abito è romantico, l’ideale è accostarlo a un bouquet “ottocento”, cioè rotondo e compatto, con fiori molto uniti tra loro. Se l’abito, invece, è di linea semplice e rigorosa si accosterà perfettamente a un bouquet “d’appoggio”, che va portato sul braccio.
La tradizione vorrebbe che lo sposo lo faccia recapitare al mattino a casa della sposa ma può anche essere consegnato durante l’incontro sulla soglia della chiesa. In quest’ultimo caso la sposa, non appena ricevuto il bouquet, ne sfila un fiore (bianco) che infila all’occhiello della giacca dello sposo. Due le tradizioni maggiori riguardo alla sorte finale del bouquet: la prima (europea e laica) vuole che alla fine del ricevimento la sposa lo lanci dietro a se a caso tra tutte le ragazze nubili ( chi lo prenderà si dovrebbe sposare entro l’anno); la seconda (quella più propriamente cattolica e quasi esclusivamente italiana) vuole che il bouquet venga portato dagli sposi ad un altare (possibilmente di una madonna) subito dopo la cerimonia in chiesa e prima che gli sposi raggiungano il salone con gli invitati, o può essere anche donato.

Sposa Channel - Sposapocket

Copyright ©  Edizioni Leo Mazza - Rende - Calabria - Italia - Via Don Minzoni 48 - Rende (Cs) ITA  - mail sposachannel@gmail.com